Loading...
La nuova Scheda Dati di Sicurezza (SDS) REACH: le regole da applicare dal 1° gennaio 2021 - Professional Academy

La nuova Scheda Dati di Sicurezza (SDS) REACH: le regole da applicare dal 1° gennaio 2021 -Cod. 30023501

Secondo le Autorità Ispettive,il 70% delle Schede Dati di Sicurezza REACH non è a norma. Questo perché:

  • le SDS nella grande maggioranza dei casi vengono compilate da personale senza alcuna competenza sulla valutazione del rischio chimico;
  • quello che viene dichiarato nelle SDS non corrisponde alla reale composizione di sostanze e miscele chimiche;
  • contengono errori formali che ne invalidano la regolarità.

Il 26 giugno 2020 (GU L. 203/28) è stato reso noto il nuovo Regolamento (UE) 2020/878, che modifica l’Allegato II del Regolamento REACHper quanto concerne le informazioni che devono essere incluse nelle Schede di Dicurezza.

Il nuovo regolamento si applica a decorrere dal 1° gennaio 2021 e comporta numerose novità, che riguardano:

  • l’Inserimento del nuovo codice identificatore unico di formula (UFI);
  • la classificazione;
  • la composizione e le informazioni sugli ingredienti;
  • le proprietà fisiche e chimiche;
  • le informazioni tossicologiche.

N.B. L’adeguamento delle SDS alle nuove modifiche potrà avvenire con un periodo di transizione che si concluderà il 31 dicembre 2022, è dunque fondamentale che ogni azienda inizi quanto prima a risolvere le criticità collegate a questa nuova incombenza.

Attenzione: secondo il Regolamento REACH n° 1907/2006/CE tutte le aziende lungo la catena di approvvigionamento (produttori, fornitori, distributori, utilizzatori a valle) sono tenute alla verifica delle informazioni contenute nelle SDS e a segnalare eventuali errori e irregolarità.

La violazione degli obblighi di informazione lungo la catena di approvvigionamento è punita con sanzioni fino a 60.000 €.
La mancata disponibilità e aggiornamento delle SDS è punita con sanzioni fino a 90.000 €.
L’immissione sul mercato o l’uso non consentito di una sostanza soggetta ad autorizzazioni e a restrizioni sono puniti con sanzioni fino a 150,000 €.

Perché partecipare?

  • Per capire cosa cambierà, a livello pratico, dal 1° gennaio 2021.
  • Per adeguarsi alla nuova normativa al fine di evitare sanzioni.
  • Per capire quando è obbligatorio redigere una SDS e quando invece la SDS va fornita solo su richiesta.
  • Per comprendere le modifiche nelle sezioni 11 e 12, cos’è una nanoforma e come indicare le caratteristiche delle particelle che la costituiscono.
  • Per apprendere come valutare la conformità delle SDS.
  • Per capire quando si deve fornire una scheda informativa di sicurezza priva di standard
  • Per conoscere cosa rischia la Sua azienda in caso le SDS non vengano compilate o vengano compilate in maniera non coerente.
  • Per capire come agire e a chi rivolgersi in caso venga riscontrata una non conformità nella SDS.

Destinatari / A chi è rivolto

  • Aziende che fabbricano o importano da Paesi Extra UE prodotti chimici
  • Aziende che utilizzano prodotti chimici
  • Responsabili Ambiente e Sicurezza
  • Tecnici addetti alla redazione delle SDS
  • Consulenti aziendali

Attestato e materiale didattico

Compresi nel prezzo d’iscrizione anche i materiali relativi al seminario (slides e dispense), che saranno scaricabili da un apposito portale ad accesso riservato.

 

SESSIONE MATTUTINA: 9.30 – 13.00

  • Il nuovo Regolamento (UE) N. 878/2020
  • Analisi degli obblighi normativi ai sensi del Reg. REACH 1907/20006/CE in materia di SDS
  • Quando è obbligatorio trasmettere la SDS? Quando invece si deve trasmettere su richiesta?
  • Come deve essere compilata la SDS?
  • Sostanze e miscele: che cosa cambierà dal 1° gennaio 2021: analisi tecnica dell’impatto del Regolamento CLP sulle SDS
  • Quando è obbligatorio aggiornare la SDS
  • Cos’è una nanoforma?
  • Come deve essere compilata la sezione 9?
  • Le modifiche nelle sezioni 11 e 12
  • La Scheda Dati di Sicurezza estesa
  • Lo scenario di esposizione

SESSIONE POMERIDIANA: 14.00 – 17.30

  • A che cosa servono le informazioni contenute nelle SDS e come si leggono?
  • Analisi delle 16 sezioni delle SDS
  • Valutare la correttezza formale delle SDS fornite: obbligo e forma di tutela. Cosa fare se ci si accorge di una non conformità in una SDS? A chi rivolgersi? Come agire in caso di dati insufficienti?
  • Che cosa rischiano le aziende che non compilano la SDS o la compilano in maniera non coerente
  • Le misure contenute nel Decreto Sanzioni (D.Lgs.133/2009)
  • SDS e normative correlate. La valutazione del rischio chimico e la sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs.81/08)

Prezzo

Il prezzo del corso è di 298,00 (esclusa IVA al 22%)

Vuoi maggiori informazioni in merito al corso? Non esitare, contattaci!

Azienda

Nome (*)
Cognome (*)

Telefono
E-mail (*)

Messaggio (*)