Loading...
Modello Unico Dichiarazione Ambientale: documento da inviare entro il 16 giugno - Professional Academy

Modello Unico Dichiarazione Ambientale: documento da inviare entro il 16 giugno



Entro il 16 giugno 2021 400mila unità locali di imprese ed enti produttori di rifiuti speciali, nonché tutti gli operatori del settore della gestione dei rifiuti, dovranno obbligatoriamente presentare il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) 2021, relativo alla quantità e alla tipologia di rifiuti prodotti e/o gestiti nel corso dell’anno precedente.

Il DPCM del 23 dicembre 2020 ha modificato le regole riguardo alle informazioni da trasmettere e alle modalità di invio delle comunicazioni. Le novità stanno generando ulteriore confusione e problemi tra gli operatori, riguardanti in particolare:

  • il controllo dei formulari e del registro di carico/scarico dei rifiuti;
  • il controllo dei rifiuti movimentati e in giacenza;
  • il controllo dei dati aziendali aggiornati nelle varie sezioni.

Inoltre, devono obbligatoriamente redigere e inviare il MUD le imprese e gli enti con un numero di dipendenti superiore a 10 che producono rifiuti NON pericolosi derivanti da:

  • lavorazioni industriali;
  • lavorazioni artigianali;
  • fanghi derivanti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque;
  • fanghi derivanti dalla depurazione delle acque reflue o dall’abbattimento di fumi;
  • fosse settiche e reti fognarie.

Le sanzioni a carico delle aziende che non effettuano la comunicazione, oppure la effettuano in modo incompleto o inesatto, possono raggiungere i 10mila euro.

Affidarsi a un consulente non solleva le imprese dalle responsabilità. Conoscere bene la materia è fondamentale per verificare autonomamente la correttezza dei dati forniti ed evitare spiacevoli sorprese.

Per approfondire l’argomento e scoprirne di più consulta il programma del nostro corso online MUD 2021: indicazioni pratiche di compilazione per evitare errori e sanzioni.

I commenti sono chiusi.