Loading...
Scheda Dati di Sicurezza: cosa cambia dal 2021 - Professional Academy

La nuova Scheda Dati di Sicurezza: cosa è cambiato dal 1° gennaio 2021



Quando si parla di Schede Dati di Sicurezza (SDS) è importante fare una prima distinzione, ovvero conoscere quando la SDS è obbligatoria e quando, invece, è a richiesta.

La SDS è obbligatoria nei casi in cui (art.31, 1):

  • la sostanza e la miscela rispondono ai criteri di classificazione del regolamento 1272/2008 (CLP);
  • la sostanza è PBT o vPvB (allegato XIII REACH);
  • la sostanza è inclusa nella Candidate List (SVHC) (pubblicata sul sito web dell’ECHA).

La SDS è a richiesta (art. 31, 3) se la miscela non è pericolosa ma contiene:

  • una sostanza pericolosa per la salute o per l’ambiente ³ 1% p/p;
  • 0.1% per canc.2, rep.1a 1b e 2, sensib. cat 1, effetti allattamento (0,2% per miscele gassose);
  • una sostanza PBT o vPvB o inclusa nella Candidate List ³ 0,1% p/p;
  • una sostanza con limite di esposizione occupazionale comunitario.

Quali sono le prescrizioni consolidate?

Le informazioni sulle sostanze presentate nella SDS devono essere coerenti con quelle contenute nella registrazione e nella relazione sulla sicurezza chimica. Quando viene elaborata una relazione sulla sicurezza chimica, i corrispondenti scenari d’esposizione devono essere riportati in unallegato della SDS.

Quali sono le novità in vigore dal 1° gennaio 2021?

  • la SDS menziona in ciascuna sezione pertinente se sono contemplate diverse NANOFORME e, in tal caso, quali, e collega le informazioni di sicurezza pertinenti a ciascuna di tali nanoforme. Il termine «nanoforma» si riferisce a una nanoforma o a una serie di nanoforme simili.
  • UFI (sezione 1.1);
  • se disponibili, i limiti di concentrazione specifici, i fattori di moltiplicazione e le stime della tossicità acuta, stabiliti conformemente al CLP, dovrebbero essere indicati nelle SDS in quanto sono informazioni pertinenti per l’uso sicuro di sostanze e miscele;
  • prescrizioni specifiche per le sostanze e le miscele con proprietà di interferenza con il sistema endocrino (interferenti endocrini);
  • sezioni 9 e 14 allineate alle disposizioni specifiche relative alle SDS stabilite nella 6^e 7^revisione GHS.

Per approfondire l’argomento, consulta il programma del nostro seminario online tenuto dal Dott. Celsino Govoni, uno dei massimi esperti in materia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 19 =