Loading...
Il sonno, la tecnologia e gli effetti sullo sviluppo dei bambini in età prescolare - Professional Academy

Il sonno, la tecnologia e gli effetti sullo sviluppo dei bambini in età prescolare



Dormire bene (in termini di qualità e qualità) è fondamentale per tutti, senza distinzione di fasce di età, impiego, stile di vita.

Diventa ancora più importante quando si parla di bambini in fase di sviluppo. Infatti, la carenza di sonno e l’uso inadeguato delle nuove tecnologie sono tra i fattori che minacciano maggiormente lo sviluppo dei bambini dalla nascita fino a 6 anni.

Le ricerche che mostrano una correlazione tra accesso precoce dei bambini agli schermi e conseguenze dannose per lo sviluppo sono numerose.

Una recente rassegna di studi pubblicata sul British Medical Journal Open ha evidenziato un’associazione tra utilizzo prolungato di schermi in età infantile e obesità, alimentazione ipercalorica, sintomi depressivi e disturbi del sonno.

Durante il sonno avvengono due processi fondamentali per la salute del cervello: da una parte vengono fisicamente eliminate le tossine accumulate durante la veglia, dall’altra avviene una potatura sinaptica, ovvero una pulizia dei collegamenti superflui tra i neuroni. Questi processi sono condizionati dalla durata e dalla qualità del sonno.

Gli strumenti informatici determinano, direttamente e indirettamente, un sovraccarico cerebrale per via dei troppi stimoli. Oltre che negli adulti, questo problema si verifica anche nei bambini, soprattutto se l’esposizione avviene poco prima di andare a dormire.

Ma sappiamo veramente quali sono le conseguenze dell’utilizzo di questi strumenti? Non ancora del tutto!

Gli studi stanno aumentando, visto che i primi anni di vita sono un periodo cruciale per la crescita del cervello e i fenomeni di plasticità sinaptica sono ai massimi livelli.

Gli autori di un recente studio pubblicato sulla rivista JAMA Pediatrics – interessante non solo per il disegno longitudinale ma anche per l’applicazione di analisi statistiche sofisticate – hanno mostrato che il tempo trascorso con le tecnologie può avere implicazioni sul percorso evolutivo e sugli apprendimenti di un bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 − 1 =