Loading...
Nuova normativa su etichettatura ambientale degli imballaggi - Professional Academy

Che cos’è un imballaggio? Quali novità ci sono in tema di etichettatura ambientale degli imballaggi?



A livello commerciale, esistono diversi tipi di imballaggio, ciascuno con le proprie caratteristiche.

Si definisce imballaggio primario il packaging che contiene i prodotti(di qualsiasi tipo: alimentare, cosmetico, detergente, ecc). Per fare un esempio molto concreto, l’imballaggio primario è il sacchetto che contiene le patatine, la bottiglia che contiene il vino oppure la bottiglietta di plastica che contiene lo shampoo.
L’imballaggio secondariopuò essere un multipack che contiene più sacchetti di pop-corn oppure ilfardello che tiene insieme scatoloni che contengono lattine di birra o bottiglie di plastica.
Infine, l’imballaggio terziario:è quello che raramente viene visto dai consumatori. In questa categoria rientrano, per esempio, gliinvolucri che avvolgono i palletche trasportano i prodotti dalle aziende produttrici ai rivenditori.

Nuovi obblighi da rispettare

Perché dal 26 settembre 2020, secondo quanto disposto dal D.Lgs. 116/20,chiunque produca, trasformi, importi, commercializzi e distribuisca imballaggi (primari, secondari, terziari) è obbligato ad apporre un’etichetta che riporti la codifica identificativa del materiale.
Inoltre, dal 31 dicembre 2021, secondo quanto disposto dall’ultimo decreto “Milleproroghe”,sarà obbligatorio indicare le procedure di conferimento a fine vita sugli imballaggi destinati ai consumatori finali.

Formazione necessaria

La nuova normativanon ha ancora linee guida applicative, tuttavia va attuata subito: se prima era facoltativo, ora apporre l’etichetta è obbligatorio.
La norma, infatti, è entrata in vigore senza un periodo di transizione e chi non rispetta l’obbligo rischia sanzioni, anche elevate: ai sensi del comma 3, art. 261 del D.Lgs. 152/2006, in caso di violazione degli obblighi previsti (tra cui la marcatura degli imballaggi) è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 5.200 a 40.000 euro.

Per fare chiarezza, abbiamo organizzato un seminario online di formazione pratica, che si terrà il 23 marzo 2021.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =