Loading...
SMART WORKING NELLA PA: opportunità, vantaggi, regole e indicazioni pratiche - Professional Academy

SMART WORKING NELLA PA: opportunità‚ vantaggi‚ regole e indicazioni pratiche- Cod. 10017901

A seguito dell’emergenza Coronavirus, il Ministero per la Pubblica Amministrazione ha emanato la Circolare n. 1/20 del 04/03/20, che impone l’obbligo di attivazione e il ricorso allo Smart Working nella PA.
La Circolare, conseguentemente alle misure scritte nel primo “Decreto Coronavirus” (D.L. 9/20) segna il passaggio dalla fase di sperimentazione all’obbligo di attuazione delle forme di lavoro flessibile, utilizzo di soluzioni “cloud”, per agevolare l’accesso condiviso a dati, informazioni e documenti.
Tra le altre misure previste, ilricorso a videoconferenze e a modalità flessibili di svolgimento del lavoro, facilitate anche dall’utilizzo dei computer personali dei dipendenti.
Sarà attivato un sistema bilanciato di reportistica interna, anche in un’ottica di progressiva integrazione con il sistema di misurazione e valutazione della performance.

Cos’è lo Smart Working?

È una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e da un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro.
Si tratta di una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.

Lo Smart Working rappresenta per il settore pubblico una carta vincente in tema di razionalizzazione delle risorse, ottimizzazione dei tempi di lavoro, aumento di produttività e svecchiamento dei processi lavorativi.

Sebbene sia un’opportunità indiscutibile, va attuata tenendo conto delle regole necessarie al suo corretto funzionamento: dalla stipula dell’accordo all’organizzazione del lavoro per fasi, dalla verifica al controllo del lavoro svolto e dei risultati ottenuti.

L’e-Seminar è un corso online di formazione pratica di 5 lezioni (3 lezioni con dispense e materiale didattico + 2 videolezioni), disponibili sul nostro portale web dedicato alla formazione.
Ogni partecipante potrà accedere ai contenuti formativi in qualsiasi momento e da ogni luogo con un notevole risparmio di tempo e denaro, in quanto riceverà tutta la formazione di cui ha bisogno direttamente sul PC, senza doversi assentare dall’ufficio.
Le date indicate nel programma si riferiscono ai giorni in cui verrà rilasciato il materiale didattico, che potrà essere consultato e studiato nei tempi e nei modi che ciascun partecipante riterrà più opportuni.

N.B. La Circolare n° 1/20 rafforza il ricorso alla formazione online da parte della Pubblica Amministrazione e approfondisce anche il profilo delle iniziative e degli eventi aggregativi di qualsiasi natura e attività di formazione, così come ogni forma di riunione e attività formativa (quali convegni, seminari di aggiornamento professionale etc..): in questi casi le Pubbliche Amministrazioni devono privilegiare le modalità telematiche o comunque tali da assicurare, in relazione all’entità dell’emergenza epidemiologica, un adeguato distanziamento come misura precauzionale.

Vantaggi e Finalità

  • Il relatore, partendo dall’analisi delle disposizioni di legge e dai vantaggi previsti dal punto di vista economico e fiscale,Le fornirà tutte le indicazioni necessarie per l’avvio di un progetto di smart working nel Suo Ente.
  • Chiarezza e nessun dubbio su come gestire ogni fase: dalla stipula dell’accordo all’organizzazione del lavoro per fasi, dalla verifica al controllo del lavoro svolto e dei risultati ottenuti.
  • Potrà offrire ai Suoi collaboratori la possibilità di organizzare il proprio lavoro con la massima flessibilità, conciliando il lavoro con le esigenze di vita.
  • Avviando progetti di smart working consentirà al Suo Ente una notevole riorganizzazione delle risorse strutturali, con conseguente razionalizzazione dei costi.
  • FLESSIBILITÀ E CONVENIENZA: è Lei a decidere quando e dove utilizzare i contenuti. Questa flessibilità è ideale per allenare e aggiornare le Sue conoscenze, evitando i costi di trasferta. I materiali saranno disponibili sul nostro portale a cadenza settimanale, nelle date indicate da programma.
  • Potrà DISSIPARE I SUOI DUBBI rivolgendo quesiti specifici al relatore.
  • Dopo aver sostenuto l’esame finale riceverà un certificato di Esperto in Smart Working.

Lezione 1 disponibile da giovedì 9 aprile 2020
Introduzione e riferimenti normativi

  • VIDEOFOCUS: Emergenza Coronavirus: le misure inerenti al lavoro agile contenute nei D.L. 6/20 D.L. 9/20, nella Direttiva della Funzione Pubblica n° 1/20, Circolare n° 1/20
  • Il Decreto del Presidente del Consiglio 25/02/2020
  • La Direttiva della Funzione pubblica n.1/2020
  • Definizione e caratteristiche del lavoro agile alla luce della L. 81/2017
  • Le differenze fra telelavoro e lavoro agile
  • L’impatto della Legge di Stabilità 2016
  • Le linee guida in materia di lavoro agile
  • Le relazioni sindacali
  • L’accordo scritto tra il dipendente e il datore di lavoro. Contenuti minimi, recesso e revoca dell’accordo
  • Diritti e doveri del lavoratore nel lavoro agile
  • La parità di trattamento tra gli smart workers e i colleghi
  • Le norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro
  • La copertura assicurativa. La tutela in caso di malattie professionali e infortuni (Circolare INAIL n. 48/17)
  • L’orario di lavoro e il diritto alla disconnessione
  • Le violazioni disciplinari
  • Cenni sui vantaggi fiscali per le imprese

Slides di sintesi – Test di autovalutazione

 

Lezione 2 disponibile da giovedì 16 aprile 2020
Produttività e conciliazione dei tempi di vita e lavoro

  •  Analisi dei costi/benefici dell’avviamento dei progetti di Smart Working
  • La diffusione dello Smart Working in Italia e nelle PA
  • Come accompagnare le pubbliche amministrazioni nei progetti di lavoro agile?
  • I modelli di Smart Working
  • Conciliazione vita-lavoro e benessere aziendale
  • Il diritto alla disconnessione
  • Il ruolo delle organizzazioni sindacali, del Cug e della consigliera di fiducia
  • Performance, incremento della produttività e soddisfazione da parte dei lavoratori
  • Presentazione di best practice nazionali ed europee

Slides di sintesi – Test di autovalutazione

 

Lezione 3 disponibile da giovedì 23 aprile 2020
Gestione e amministrazione del personale

  • Formazione e sensibilizzazione
  • L’importanza della corretta definizione dei progetti di lavoro
  • L’organizzazione del lavoro per fasi, cicli ed obiettivi senza vincoli di orario e luogo
  • Verifica e valutazione dell’attività svolta
  • Monitoraggio dei progetti avviati
  • Dall’analisi della fattibilità alla definizione dei ruoli: quali operazioni compiere in ogni fase?

Slides di sintesi – Test di autovalutazione

 

Lezione 4 disponibile da giovedì 30 aprile 2020

VIDEOLEZIONE: Gli strumenti tecnologici al servizio dello Smart Working

  • Smart Working ai tempi del GDPR: informativa privacy, base giuridica, nomina autorizzato, istruzioni
  • Infrastrutture tecnologiche e protezione dei dati, custodia, riservatezza
  • Impatti sulla sicurezza informatica
  • Privacy e controllo dei lavoratori: il potere di controllo e disciplinare del datore di lavoro nello Smart Working
  • Salute e sicurezza del lavoro
  • Contenuti minimi dell’informativa

Slides di sintesi – Test di autovalutazione

 

Lezione 5 disponibile da giovedì 7 maggio 2020

VIDEOLEZIONE: Lavoro agile nella pubblica amministrazione

  • Dal codice di amministrazione digitale, alla riforma Madia e libro bianco sull’innovazione
  • Ostacoli e leve per l’innovazione
  • Buone prassi e modelli
  • Come un impostare un progetto di Smart Working nella PA
  • Gli accordi e i regolamenti in materia di lavoro agile
  • Formazione e comunicazione
  • La valutazione dei risultati dei progetti
  • Le nuove sfide: il diritto alla disconnessione
  • Conclusioni

Slides di sintesi – Test di autovalutazione

 

ESAME FINALE (facoltativo e online): giovedì 14 maggio 2020.

In caso di VALUTAZIONE POSITIVA
i partecipanti riceveranno il certificato di Esperto in Smart Working.

Avv. Mario Alovisio

Avv. Mario Alovisio

Giurista specializzato nel diritto delle nuove tecnologie e nel diritto alla protezione dei dati personali, professore a contratto presso l’Università Statale di Milano, Presidente del Centro Studi di Informatica Giuridica di Ivrea Torino, formatore e autore di pubblicazioni in materia di Trasparenza, Privacy e Anticorruzione, Impatto del GDPR sulla prevenzione della corruzione.

Corsi di questo insegnante

Prezzo

Il prezzo del corso è di 169,00 (esclusa IVA al 22%)

Vuoi maggiori informazioni in merito al corso? Non esitare, contattaci!

Azienda

Nome (*)
Cognome (*)

Telefono
E-mail (*)

Messaggio (*)